D'alessandro e Fanci
D'Alessandro e Fanci

Parodontologia


La parodontologia è una branca dell’odontoiatria che studia i tessuti del parodonto ( peri = attorno; odons = dente ). Il parodonto è costituito da:

  1. gengiva
  2. osso alveolare
  3. cemento radicolare (tessuto che ricopre la radice del dente)
  4. legamento parodontale

Il parodonto è formato quindi dall’insieme dei tessuti molli (il legamento periodontale e la gengiva) e duri (cemento e tessuto osseo alveolare) che circondano il dente e che assicurano la sua stabilità dell’arcata alveolare (in condizioni di salute).

La parodontologia si occupa delle malattie che interessano il parodonto. Queste vengono chiamate malattie parodontali o parodontopatie o piorrea (termine storico ancora oggi utilizzato dalla popolazione). Esse sono le parodontiti e le gengiviti.

La malattia parodontale è una infiammazione cronica multifattoriale causata dalla placca batterica geneticamente trasmessa del parodonto, che determina (nei soggetti predisposti) una distruzione progressiva dei tessuti di sostegno del dente fino alla sua mobilità ed in ultima analisi, perdita. La malattia parodontale colpisce il 60% degli individui e, nel 10/15% dei casi, si manifesta in forma grave al punto che rappresenta la principale causa di perdita dei denti. Questa inizia con una semplice gengivite[1].

Successivamente (soltanto nei soggetti predisposti geneticamente) si trasforma in parodontale[2] in maniera assolutamente indolore nelle sue fasi iniziali.

Ne esistono diverse forme. Quella più frequente, la parodontale cronica del’adulto, compare genericamente intorno ai 35-40 anni. E’ importantissimo fare una diagnosi precoce della malattia per identificarla, classificarla e controllarla, impedendo che questa progredisca. Nei casi in cui sia già avanzata, si attuano tutte le procedure terapeutiche per arrestarla e eliminarla.

Nel reparto si applicano anche tutte le tecniche per curare le recessioni gengivali (retrazioni gengivali con scopertura della radice)

E’ importante inoltre sottolineare come recentemente si parla sempre più di medicina parodontale. E’ stato infatti dimostrato che esiste un nesso tra infezioni parodontali ed alcune condizioni sistemiche. Infatti numerosi studi scientifici evidenziano la responsabilità della malattia parodontale nell’insorgere e/o peggiorare di alcune patologie quali:

  • aterosclerosi
  • patologia cardiovascolare
  • patologia cerebrovascolare
  • diabete mellito
  • complicanze gravidiche

Per questo è ancora più importante una perfetta eliminazione e controllo della malattia parodontale.


[1] La gengivite è una forma più lieve di malattia parodontale contraddistinta da arrossamento, gonfiore e sanguinamento spontaneo delle gengive. In questa fase la sintomatologia è ridotta o pressoché nulla, e può essere curata e risolta completamente con un trattamento professionale o con il mantenimento di una buona igiene orale.
[2] La parodontite è la forma più avanzata della malattia parodontale caratterizzata dalla progressiva formazione di tasche parodontali, recessioni gengivali e perdite di attacchi dei tessuti molli e duri di sostegno dei denti.

Studio Stomatologico Associato Fanci e D’Alessandro
V.le Cappuccini, 77 - 66034 - Lanciano (Ch)
P.Iva 02300750698
Tel./Fax 0872 46030 / 0872 717196 / 348 8395171

dalessandrostomatologia@virgilio.it
pafanciortodonzia@alice.it
www.dalessandroefanci.it
Realizzazione e supporto Zetaweb/ADV